Video il futuro dei media prima della… realtà aumentata

Video del futuro? 

APPLE e FACEBOOK te lo faranno utilizzare dopo aver messo tra le mani uno smartphone per….guardare video ovunque, sempre!!!

La metà dei francesi guarda già la televisione su un telefono o un tablet. Spesso per poter fare due usi dei media contemporaneamente. Le televisioni hanno cercato invano di collegarsi con i social network per creare l’interattività dei loro programmi. i social network sono stati quindi individuati come una specie di terra di nessuno da preservare. Oggi ed è questo il punto di forza della GAFAM, i social network trasmettono canali indipendenti dalla televisione con un tono più interattivo e più mirato e che tende a una professionalizzazione delle produzioni.

 

I primi vincitori di questo accoppiamento VIDEO + YOUTUBE sono l’industria della musica Rap. Oggi, leader nella produzione musicale, ha preso questa leadership facendo un uso ottimale non solo della produzione video (diventando per alcuni livelli un vero e proprio standard tecnico) ma anche trasmettendo con un uso ottimale di YOUTUBE per creare community di fan.

Contrariamente alla credenza popolare, si tratta di veri e propri spazi di creatività e che corrispondono ai bisogni espressivi delle popolazioni di tutto il mondo. Nei tuoi pensieri, non dimenticare mai che i social network non hanno confini. Ciò si traduce spesso in progetti video multilingue, ma il mercato sta diventando globale.

 

INSTAGRAM e il nuovo arrivato TIKTOK vengono fatti a pezzi in una battaglia omerica sul mercato giovanile. questi hanno generosamente lasciato Facebook. Instagram, la sussidiaria di quest’ultima, ha deciso a metà del 2021 di mettere in evidenza solo i video a scapito delle foto. E per favorire l’audience di chi fa scambi quindi interattività e traffico.

 

YOUTUBE (GOOGLE) ha messo a disposizione degli utenti tutti gli strumenti per fare live streaming da un semplice smartphone. Più facile di quello che facevamo in televisione negli anni ’90. E questo con diversi altoparlanti simultanei possibilmente ai quattro angoli del pianeta.

 

Le uniche novità ma di dimensioni dell’ultimo iPhone 13 di APPLE  non si riferisce al video. È il vero asse strategico della più grande azienda globale con il meglio della tecnologia video che si impone con il format APPLE PRORES. Tutto è messo in Open in questo concentrato di tecnologia in modo che tu possa realizzare bellissimi video (anche mentre riprendi come un piede) e poi poterlo trasmettere.

Gli under 35 difficilmente guardano più la televisione tradizionale per dedicarsi al video online su Youtube, DailyMotion e ora con servizi di videoconferenza online come Twitch, OBS per riprendere il design dell’interattività, della community come la televisione non offre. Il pubblico è molto importante, alcune produzioni già molto professionali.

L’aspetto di appartenenza alla comunità è molto forte e il “feuilletonnage” con le “trasmissioni”  molto regolare e quando la cronaca lo richiede ne fa un vero e proprio mezzo di comunicazione di rilievo. 

Questa mutazione li rende segmenti di comunicazione che molti brand hanno già preso associandosi più sottilmente che in televisione e, per me, cari ai programmi. Presentando offerte specifiche, hanno spesso un ritorno sull’investimento molto significativo e rapido.

 

LA PRODUZIONE VIDEO non ha nulla a che fare con i costi a volte sbalorditivi delle produzioni aziendali in passato. Poiché in ogni caso questo tipo di formato è fortemente da evitare, ti consigliamo invece di iniziare con una serie di clip da 1 a 1m30 con un obiettivo e un tema per clip, prodotte in modo molto dinamico che puoi trasmettere secondo le tue campagne, in base ai tuoi mercati. i costi sono più da confrontare con quelli delle lastre in ritardo!!!

Le imminenti applicazioni emergenti della realtà aumentata e del 3D dovrebbero rafforzare questa tendenza per i prossimi 5 anni e svilupparla.

 

Il cocktail vincente è quindi la produzione di video con distribuzione all’interno di community con offerte specifiche.

La video l'avenir